Mer08232017

Last updateMar, 22 Ago 2017 2pm

Pubblicazioni di CSVnet

Un abstract della ricerca sui volontari che hanno preso parte ad Expo Milano 2015, voluta da CSVnet e Ciessevi e curata dal Prof. Maurizio Ambrosini con un’équipe afferente alle Università di Verona, Università di Pisa e Università Cattolica del Sacro Cuore.

Chi sono i volontari di Expo Milano 2015 e come capitalizzare il loro impegno.

Report intermedio della ricerca promossa da CSVnet e Ciessevi Milano sui volontari che hanno partecipato all'Esposizione Universale e che sono stati selezionati dalla rete dei CSV.

Il Manifesto del volontariato italiano per l'Europa sintetizza valutazioni e proposte del Volontariato italiano da sottoporre agli eletti italiani al Parlamento Europeo.
Sviluppato nell'ambito del progetto “Volontari‚ cittadini europei”‚ promosso da CSVnet – Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato e co-finanziato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, il Manifesto ha già ricevuto l'adesione di diverse organizzazioni italiane.
Il Manifesto è espressione di un ampio ed articolato dibattito e un percorso formativo su tutto il territorio nazionale che ha coinvolto le associazioni di volontariato del territorio sui principali aspetti del processo di costruzione dell'Europa e sul ruolo del volontariato.

Per aderire al Manifesto‚ scarica il modulo‚ firmalo e invialo a CSVnet.

Rapporto di ricerca realizzato da CSVnet ed Euricse (European Research Institute on Cooperative and Social Enterprises). 

La ricerca è stata condotta da Antonio Fici, Professore di Diritto privato presso il Dipartimento giuridico dell'Università degli Studi del Molise e ha l'obiettivo principale di colmare la lacuna che deriva dall'assenza di un'adeguata riflessione giuridica sui Centri di Servizio.

La seguente pubblicazione è il frutto del lavoro svolto, nei dodici mesi che vanno dal giugno 2009 al giugno 2010, da un gruppo di 6 volontari ed un esperto del Centro Solidarietà Terzo Settore, che con il contributo del Programma Europeo “Gioventù in Azione 2007 – 2013”, hanno realizzato una iniziativa per e con i ragazzi, italiani e stranieri, sul tema della democrazia e della rappresentanza, utilizzando la Carta della rappresentanza sviluppata dal Celivo, il Centro di Servizio per il Volontariato di Genova, da CSVnet e dalla ConVol (Conferenza Permanente Presidenti, Associazioni e Federazioni Nazionali di Volontariato).
Il progetto  è consistito nella realizzazione, nella città di Manfredonia, di un'iniziativa giovani per lo sviluppo e la diffusione della Carta Fumetto della Rappresentanza Giovanile, utilizzando il fumetto come strumento per illustrare ai giovani concetti giuridici complessi come quello di rappresentanza e cittadinanza attiva.

Gli scopi di questa pubblicazione sono quelli di:
- diffondere i risultati raggiunti dal progetto “Carta della Rappresentanza Giovanile”;
- promuovere il Programma “Gioventù in Azione 2007 – 2013”;
- diventare un punto di riferimento per tutti quei giovani che vogliano realizzare iniziative analoghe.

Per informazioni sul progetto Carta della Rappresentanza Giovanile visita il  sito  del Centro Solidarietà Terzo Settore; sulla Carta della Rappresentanza: www.cartadellarappresentanza.it oppure scrivi a info@cartadellarappresentanza.it

CSVnet e la Consulta Nazionale dei Comitati di Gestione e CSV, hanno predisposto nel novembre 2007 le linee guida procedurali in merito alla gestione e all'utilizzo del Fondo speciale per il volontariato previsto dall'art. 15 legge 266/91. Il documento si basa su uno schema generale nel quale vengono trattate la ricognizione e ripartizione dei fondi, la programmazione pluriennale, l'attuazione del piano attuale delle attività dei CSV e la rendicontazione di queste. Sia per CSVnet che per la Consulta Co.Ge. le linee guida devono rappresentare la base di riferimento per le azioni proprie e dei loro associati.

Si tratta del documento approvato al termine della prima Conferenza Organizzativa di CSVnet, tenutasi ad Aosta il 30 e 31 marzo 2007. Il documento contiene i punti di riferimento della rete dei CSV che si riconosce in CSVnet, compresi gli impegni assunti dai soci per segnare l'appartenenza al Coordinamento Nazionale

Il sostegno dei Centri di Servizio per il Volontariato alle iniziative del volontariato

Volontariato e Centri di Servizio: un percorso comune per lo sviluppo del Volontariato

La carta della rappresentanza è una “mappa per l'interazione del volontariato” promossa dal Celivo (CSV di Genova), adottata e ampliata da CSVnet.

La carta assume e propone il contenuto della Carta dei Valori del Volontariato con l'intenzione di dare impulso ad una pratica coerente delle affermazioni che vi sono contenute. Si tratta essenzialmente di una mappa di orientamento, predisposta per attrezzare il volontariato all'interno delle proprie organizzazioni, definendo con cura gli impegni di chi rappresenta e di chi è rappresentato.

La carta è un documento aperto al contributo di tutti gli interessati. È disponibile anche in una versione a fumetti.

Come e cosa comunicano i Centri di Servizio per il Volontariato? Questo l'interrogativo alla base della ricerca ideata e promossa da CSVnet e condotta da un gruppo di ricerca de La Sapienza Università di Roma, coordinato da Gaia Peruzzi in collaborazione con Maria Teresa Rosito, Area Comunicazione di CSVnet.
I risultati dello studio sono presentati nel volume "La comunicazione al centro. Un'indagine sulla rete dei Centri di Servizio per il Volontariato" ("I Quaderni", n. 56, 194 pp.), curato da Gaia Peruzzi ed edito da Cesvot.
Si tratta del primo studio sociologico dedicato alla rete dei Centri di Servizio per il Volontariato.
La ricerca ha preso in esame 71 siti web appartenenti ad altrettanti Centri di Servizio per il Volontariato e intervistato 61 operatori che lavorano negli uffici comunicazione dei CSV.
Attraverso l'analisi dei siti, la somministrazione di questionari e l'intervista di testimoni privilegiati, la ricerca ha valutato i contenuti e gli strumenti di comunicazione online e offline dei Centri di Servizio. Come osserva nella premessa al volume Carlo Sorrentino, docente di sociologia presso l'Università di Firenze, i risultati della ricerca gettano una luce nuova sull'attività di comunicazione dei Centri di Servizio ma anche sull'organizzazione, sull'identità e sulla mission dei CSV.
Il Quaderno è consultabile gratuitamente in formato pdf su www.cesvot.it (pubblicazio-ni>periodici>quaderni) oppure è possibile richiederne una copia compilando la form online (pubblicazio-ni>richiedi quaderni).

Le buone prassi dei CSV per la promozione del volontariato e del bene comune

Proposta per un Reddito di inclusione sociale in Italia, elaborata dall'Alleanza contro la povertà, a cui anche CSVnet ha aderito, e presentata il 14 ottobre 2014.

La ricerca è frutto della collaborazione tra We World Intervita, Fondazione Agnelli, Associazione Bruno Trentin e CSVnet ed è stata presentata il 13 ottobre 2014

Il documento presenta i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet e Fondazione volontariato e partecipazione.


Il 2 dicembre 2014 si è tenuta a Roma, presso l'Aula Magna dell'Istat la presentazione dell'indagine realizzata da Istat, CSVnet e Fondazione Volontariato e Partecipazione sulla misurazione economica e sociale del lavoro volontario.

Consulta le presentazioni dei relatori intervenuti al convegno:

- "Come il progetto MESV ha raccolto le sfide della misurazione del lavoro volontario" Ksenija Fonovic, Spes/CSVnet

- "I profili dei volontari in Italia" Tania Cappadozzi, Direzione centrale delle statistiche
socio-demografiche e ambientale, Istat  

- "Motivazioni e ricadute personali: il valore sociale del lavoro volontario" Riccardo Guidi Fondazione FVP - Volontariato e Partecipazione

- "Il volontariato propulsore di nuove professioni" Marco Musella, Università Federico II di Napoli

 

 
 
Powered by Phoca Download