Mer05242017

Last updateLun, 27 Mar 2017 9am

Fondazione Cariplo/Techsoup incontra: digital transformation, l’open innovation, i trend e le sfide del non profit

In programma il 23 marzo il secondo appuntamento del nuovo format mensile che ripropone gli incontri per operatori del no profit

Appuntamento in Cariplo Factory per il secondo incontro di "TechSoup Incontra. Un aperitivo con...", un nuovo format a cadenza mensile, per offrire a tutti gli operatori del Non Profit momenti informali di confronto e discussione sui temi cruciali del Terzo Settore, in compagnia di figure di spicco del Non Profit, del settore IT e del mondo Profit.
Ogni mese TechSoup Incontra mette al centro temi quali la digital transformation, l’open innovation, i trend e le sfide del non profit nel contesto socio-economico attuale. La location di questo ciclo di incontri-aperitivi è Cariplo Factory, fucina di progetti di open innovation e Corporate Social Responsibility nel centro di Milano, da quest’anno anche sede del team di TechSoup Italia.
Dopo il dialogo con Carlo Mango e David Casalini, il secondo appuntamento in programma martedì 23 Marzo alle ore 17.45 in Via Bergognone 34 sarà l'occasione per dialogare con Francesca Fedeli, Founder dell'Associazione Fight the Stroke, e Alfredo Scarfone, Board Member di TechSoup Italia, a partire da una provocazione: "Si chiama impresa sociale, si dice start up".
Per accedere all'incontro è necessario registrarsi sul sito di Techsoup.


Per saperne di piu

Forum Terzo Settore/Accoglienza: i territori raccolgono la sfida

 

Mercoledì 1 marzo un incontro a Milano nell'ambito della campagna di mobilitazione nazionale

Prende l'avvio nel 2017 la campagna di mobilitazione nazionale sul tema dell'accoglienza dei migranti promossa da numerosi soggetti del Terzo Settore, tra cui sindacati e organizzazioni di volontariato.
La campagna, centrata sul tema della migrazione e dell’accoglienza a partire dal riconoscimento dei diritti dei migranti, si fonda su due aspetti:
   - ASPETTO CULTURALE  - La necessità di modificare il racconto sul tema dei migranti: un racconto, soprattutto quello mediatico, negativo e ansiogeno, che cela l’esperienza positiva dell’accoglienza, pur esistente e preziosa.

  - ASPETTO LEGISLATIVO - La necessità di cambiare il quadro normativo-giuridico, promuovendo una riflessione su eventuali ipotesi di modifica all'attuale Legge sull'immigrazione.

Nell'ambito della campagna è stato organizzato per mercoledì 1 marzo alle ore 16.00 un momento di confronto dal titolo "ACCOGLIENZA: I TERRITORI RACCOLGONO LA SFIDA", presso la Sala del Consiglio della Città Metropolitana di Milano, a Palazzo Isimbardi, in via Vivaio 1 a Milano. L'iniziativa è promossa da Forum del terzo settore, CGIL, CISL e UI, in collaborazione con organizzazioni della società civile.
Interverranno, tra gli altri, don Virginio Colmegna, Giuseppe Sala e Giorgio Gori.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Programma

CSVnet/Nasce SolidalBuy il primo mercatino online che devolve al no profit l'intero ricavato delle vendite

È l’iniziativa di un’associazione parmense che sfrutta la tecnologia e le ultime “mode” nate sul web. Obiettivo: favorire riuso e riciclo, sostenendo una buona causa

SolidalBuy è il nuovo sito di e-commerce dedicato a chi desidera fare beneficenza in maniera innovativa. Nell’era digitale anche le donazioni assumono una nuova forma e grazie a SolidalBuy chiunque potrà finanziare l'associazione o il progetto no-profit che gli sta a cuore, semplicemente vendendo i beni che non usa. 
“In un periodo di crisi finanziaria SolidalBuy trasforma in liquidità oggetti usati e nuovi donati direttamente dai simpatizzanti delle organizzazioni no profit aderenti”, così Paolo Grossi ideatore del sito e dell’omonima associazione con sede in Parma, descrive il suo progetto diventato ormai realtà. Tramite la piattaforma online chiunque potrà mettere in vendita o acquistare beni, diventando sostenitore dell’organizzazione che preferisce.
Il funzionamento è semplice, il donatore del bene sceglie il prezzo dell’oggetto che desidera vendere indicandone congiuntamente l’organizzazione beneficiaria così, quando il suo bene sarà venduto, il ricavato verrà devoluto automaticamente alla no profit prescelta.
Paolo Grossi prosegue: “Nello stato con più associazionismo al mondo, dove grandi realtà operano solo grazie agli aiuti finanziari dei cittadini, abbiamo creato un grande contenitore di circoli virtuosi dove potranno incontrarsi sostenitori e simpatizzanti di varie associazioni e movimenti”. Il sito infatti oltre alla finalità di raccolta fondi offre alle organizzazioni la possibilità di farsi conoscere al grande pubblico tramite una presentazione consultabile nella pagina a loro dedicata sul sito di SolidalBuy. L’iscrizione online è totalmente gratuita sia per le associazioni, che per chi desidera donare un bene e non comporterà alcun vincolo.      
“L'obbiettivo del progetto - conclude Beatrice Romanelli responsabile della comunicazione di SolidalBuy - non è quello di agevolare la compravendita di beni, come avviene nei normali siti di e-commerce, ma quello di dare a chiunque la possibilità di sostenere l'attività delle organizzazioni no profit donando beni di cui già si dispone”. Così da oggi grazie a SolidalBuy la compravendita di oggetti online avrà tutto un altro significato, chiunque e in qualunque momento potrà fare beneficenza semplicemente vendendo e acquistando.

Per saperne di più

LICCE/Apre a Como "Ecofficine Lab", il nuovo polo di economia collaborativa e sostenibile

Sabato 3 dicembre la festa di inaugurazione dello Spazio di Coworking a pochi passi dal centro di Como

Dopo mesi di idee, progetti e lavori, sono finalmente terminati i principali interventi di ristrutturazione dei
locali dell’ex Oratorio di San Rocco che abbiamo preso in affitto dalla Parrocchia di San Rocco, con l’obiettivo
di realizzare un Centro di Economia Collaborativa e Sostenibile.
Alla fine dell’estate la struttura ha, quindi, cominciato a essere utilizzata da soggetti della Rete Comasca di
Economia Soldale per attività d’ufficio, incontri, corsi, eventi e altre iniziative, come per esempio l’ultima
“Giornata del Riuso”.
Dal progetto di riqualificazione dell’Associazione “L’isola che c’è” è nato un Centro di Coworking innovativo
e moderno, che è stato chiamato “Ecofficine Lab”, dal nome della Cooperativa Sociale che lo gestisce -
“Ecofficine” - e dalla voglia di dar vita a un luogo dinamico, creativo e sinergico.
“Ecofficine Lab” è uno spazio polifunzionale a pochi passi dal centro di Como, pensato per la crescita e il
confronto del territorio, che risponde in modo flessibile alle diverse esigenze, dove lavorare e incontrarsi in
modo professionale e confortevole, ma anche “fare rete”, condividere risorse, passioni e ideali.
Il Centro, in particolare, dispone di:
• numerose postazioni per lavoro di Ufficio
• una Sala di 38 mq per Riunioni, Consulenze o trattamenti Benessere
• una Sala di 52 mq per Incontri, Workshop e Laboratori
• una Sala di 58 mq per Attività motorie o Corsi pratici di gruppo
Ora, orgogliosi dei risultati raggiunti, vogliamo condividere con il territorio le potenzialità di “Ecofficine
Lab” e mostrare i suoi diversi ambienti, utilizzabili in modo continuativo o temporaneo da soggetti no
profit, professionisti sostenibili e altre realtà locali che si occupano di temi ambientali, sociali e culturali.
Per questo, sabato 3 dicembre abbiamo organizzato una Festa di Inaugurazione con animazioni e
laboratori gratuiti per adulti e bambini curati da alcuni degli attuali co-workers, musica e un piccolo buffet.

Per saperne di più

FCP/Al via la Campagna "Vivila tutta"

Lanciata la campagna di Federazione per il diritto alle cure palliative

Una giornata per approfondire il tema delle cure palliative, realizzata venerdì 11 novembre a Milano, ha dato l'avvio ufficiale alla campagna "Vivila tutta", promossa dalla Federazione Cure Palliative su tutto il territorio regionale.
La Federazione Cure Palliative ha investito in questa campagna, affidata a McCann Health, perché nonostante tutto quello che è stato fatto in questi ultimi anni, sono in molti ancora a pensare che le Cure Palliative siano inutili o poco efficaci. La campagna di FCP cerca di fare chiarezza e sottolinea che le Cure Palliative coniugano terapie finalizzate al controllo dei sintomi  con il necessario supporto psicologico e relazionale. La campagna precisa inoltre che non sono rivolte solo ai malati oncologici né solo ai malati negli ultimi giorni di vita.
Fra le molte proposte dell'Agenzia la FCP ha scelto questa perché era suo desiderio trasmettere un messaggio positivo, un messaggio di valori, un messaggio di vita. Consentire ai malati inguaribili di vivere con dignità il tempo che resta loro a disposizione è possibile e giusto ma è anche un preciso dovere.
FCP mette a disposizione di tutti il materiale divulgativo, sperando che possa aiutare a diffondere la cultura delle Cure Palliative.

Per saperne di più