Dom04302017

Last updateVen, 28 Apr 2017 9am

Sei qui: Home Press Per conoscerci Storie e best practices Documentazione e ricerca In Sicilia presenti oltre 2000 OdV; 23mila i volontari attivi. Presentata la ricerca sul volontariato dei CSV della regione

In Sicilia presenti oltre 2000 OdV; 23mila i volontari attivi. Presentata la ricerca sul volontariato dei CSV della regione

volontariato lascia segno donna WEB piccola

In Sicilia ci sono 2.200 Organizzazioni di Volontariato, distribuite nelle 9 province, per un totale di 131.837 soci, 23.054 soci volontari attivi e 1.890 giovani del servizio civile. Sono alcuni dei dati emersi dall'indagine condotta tra il 2014 e il 2015 dai Centri di Servizio per il Volontariato della Sicilia (Cesvop Palermo, Cesv Messina, CSVe Catania), con il Co.Ge. Sicilia, in qualità di promotori e committenti, con la supervisione di un Comitato tecnico-scientifico composto da 9 componenti (due del Co.Ge., due per ognuno dei tre CSV, un esperto).

La ricerca, che è stata presentata lo scorso 29 gennaio, ha voluto costruire un quadro aggiornato dei bisogni vecchi e nuovi delle OdV, comprendendone sviluppi ed evoluzioni, ma anche formulare un “atlante” siciliano dei bisogni organizzativi, sociali, culturali, da una parte e delle risorse del volontariato organizzato attualmente disponibili dall’altra. L'obiettivo del lavoro di indagine è stato anche di fornire al Co.Ge. e ai CSV elementi di valutazione utili per definire una possibile riorganizzazione dei servizi o comunque per orientarli sulla base delle esigenze del volontariato regionale.

L’indagine si è articolata in diverse fasi:

  • la realizzazione di 9 focus group, uno per ciascuna provincia, per una preliminare esplorazione sul tema della ricerca e per la preparazione del questionario;
  • un pre-test del questionario (che ha coinvolto circa 100 OdV) e la successiva revisione;
  • la somministrazione del questionario attraverso una piattaforma online;
  • l'elaborazione e l'analisi dei dati.

Secondo i principali risultati della ricerca, tra le 1.168 OdV che hanno risposto al questionario, più della metà dell’universo stimato, i settori di attività prevalenti sono: l'assistenza sociale e la protezione civile (42,1%), cultura, sport e ricreazione (41%) e la sanità (35,5%). Complessivamente sono stati segnalati 2.843 settori di attività, pari a circa 2,5 settori per ciascuna organizzazione rispondente.

L’età media dei presidenti delle OdV siciliane è pari a 53 anni; la metà di essi è attivo nel mondo del volontariato da almeno 13 anni (1/5 di essi da oltre 20 anni), nel 64,4% dei casi è un uomo.
I presidenti donna registrano una età media intorno ai 52 anni. Sono attive nel volontariato nella metà dei casi da almeno 10 anni; il 32,7% delle rispondenti donna ha una laurea e l’8,0% una specializzazione.
Per lo più donne sono i presidenti delle organizzazioni attive, tra l’altro, nei settori tutela dei diritti e promozione politica, sviluppo economico e coesione sociale, istruzione e ricerca e cultura, sport e ricreazione. Mentre i presidenti uomo sono più frequenti nelle organizzazioni attive nell'ambito di rappresentanza degli interessi, protezione dell’ambiente e degli animali, assistenza sociale.

Relativamente all'ambito di riferimento delle realtà associative siciliane, prevale quello locale o meglio comunale, indicati da 695 OdV.

L’80% delle OdV ha dichiarato inoltre di essere iscritta al Registro regionale. Per le organizzazioni che hanno usufruito dei servizi erogati dai CSV siciliani, il livello di soddisfazione dichiarata è molto elevato, per tutte le sei categorie di servizio: logistici, di consulenza, formazione, progettazione sociale, promozione del volontariato, informazione e comunicazione.

In base alle aspettative dichiarate, le organizzazioni puntano, anche grazie al contributo del CSV di riferimento, soprattutto al rafforzamento della loro autonomia economica (esigenza ritenuta molto alta o alta rispettivamente dal 40,4% e dal 38,6% delle intervistate) e in misura importante anche al maggiore coinvolgimento di giovani volontari (segnalata come molto elevata o elevata dal 71,8% delle OdV).

In termini di programmazione, le due esigenze più sentite sono quelle di incrementare il numero dei volontari a disposizione (segnalato dal 45,3% dei rispondenti) e di migliorare la qualità del servizio reso (indicato dal 36,5% dei rispondenti).

Per quel che riguarda la base associativa, l’incidenza della presenza femminile è piuttosto elevata soprattutto tra i partecipanti attivi, ponendosi al 50% tra i soci volontari e superando nettamente tale quota (54,5%) tra i giovani del servizio civile.

Nell'ambito dei collegamenti e delle collaborazioni con altre OdV, con enti locali, servizi territoriali e realtà sociali: 651 (55,7%) su 1.168 dichiarano di intrattenere rapporti di collaborazione con altre OdV; mentre 535 OdV (45,8% delle rispondenti) affermano di essere legate ad istituzioni di altra natura, sia pubbliche sia private. In questo caso emergono alcune differenze (statisticamente) significative poiché negli ambiti in cui operano il CSV di Palermo e il CSV di Messina le organizzazioni in relazione con altre istituzioni sono relativamente meno frequenti del dato generale. Tali rapporti, comunque, sembrano favorire una maggiore consistenza economica e un incremento di efficacia delle OdV coinvolte.

Per tutti gli approfondimenti sulla ricerca visita il sito web dedicato www.segnidivolo.org 

Notizie correlate