Ven07212017

Last updateVen, 21 Lug 2017 9am

Sei qui: Home Press Per conoscerci Storie e best practices Promozione e orientamento al volontariato Innocenti evasioni: un gruppo di lettura nel carcere di Foggia

Innocenti evasioni: un gruppo di lettura nel carcere di Foggia

csv cesevoca foggia 220x150

Un gruppo di lettura per promuovere il piacere e la consuetudine del leggere e per dare valore a giorni sempre uguali. Ma anche un'occasione di scambio, per stimolare la capacità di analisi e confronto con sé e con gli altri.
Tutto questo e molto altro è stato il Progetto "Innocenti Evasioni", realizzato dall'associazione di volontariato Centro Studi Diomede di Castelluccio dei Sauri e dal Ce.Se.Vo.Ca., il Centro di Servizi per il Volontariato di Capitanata, presso l'Istituto Penitenziario di Foggia.

 

L'attività ha coinvolto 15 detenuti della sezione di Alta Sicurezza della Casa Circondariale e si è sviluppato dal mese di maggio al 9 luglio scorso. Nel corso di sei incontri, Michele Paglia, presidente del Centro Studi Diomede e Annalisa Graziano, responsabile dell'Area Comunicazione e Promozione del Volontariato del Ce.Se.Vo.Ca. hanno incontrato i detenuti per discutere insieme di due libri precedentemente acquistati e donati a ciascuno dei partecipanti, grazie al sostegno della Fondazione Banca del Monte di Foggia: "Se ti abbraccio non aver paura" di Fulvio Ervas e "Io ci sono: la mia storia di non amore" di Lucia Annibali.

Dopo la lettura dei due libri, nel corso del progetto sono stati affrontati temi attuali e di interesse collettivo, come l'autismo, la disabilità, il rapporto genitori - figli ma anche lo stalking, la violenza di genere e le difficoltà che possono emergere nelle relazioni di coppia.
I detenuti hanno commentato i testi, si sono confrontati su brani specifici e - in alcuni casi - hanno raccontato episodi della propria vita personale e familiare.

Il progetto si è poi arricchito grazie a due cineforum tematici, realizzati direttamente nel carcere, con la proiezione dei film "Mi chiamo Sam" e "Stalking - la storia di Casey", che hanno destato grande interesse tra i partecipanti.

"È stata un'esperienza davvero interessante - sottolineano Michele Paglia e il presidente del CSV Pasquale Marchese - per la quale ringraziamo il direttore della Casa Circondariale, Mariella Affatato e la Responsabile dell'Area Educativa, Eleonora Arena, che hanno dimostrato grande disponibilità e accolto il progetto positivamente, sostenendoci lungo tutto il percorso. In questi giorni - continuano - stiamo già pensando ad una seconda edizione, che speriamo si possa realizzare, a partire dal prossimo settembre".

Proprio in vista della possibilità di avviare una nuova edizione del progetto, nel corso dell'ultimo incontro - quando a ciascun partecipante è stato consegnato un attestato, in segno di ringraziamento per l'impegno - il Centro Studi Diomede ha donato all'Istituto otto volumi di generi e autori diversi, invitando i detenuti alla lettura estiva e chiedendo un parere, in vista della selezione dei nuovi testi da commentare nell'ambito del Gruppo di lettura.

"Innocenti Evasioni - sottolinea Roberto Lavanna, direttore del Ce.Se.Vo.Ca. - fa parte di un progetto più ampio, quello del "Tavolo Carcere e Volontariato", che è stato istituito quest'anno grazie alla disponibilità delle direzioni delle Case Circondariali di Foggia, San Severo e Lucera e che, grazie al sostegno della Fondazione Banca del Monte di Foggia, vedrà la partecipazione di altre associazioni di volontariato del territorio in attività interne al carcere. "Innocenti evasioni" è stato il primo esperimento e il bilancio è più che positivo".

"Vi aspettiamo a settembre con nuovi libri", è stato il saluto di alcuni detenuti, alla fine della prima edizione del progetto.