Reggio Calabria: CSV e CSI firmano protocollo per lo sport etico

campo da gioco Reggio CalabriaUn protocollo di intesa per condividere la vision di sport come strumento educativo: il CSI (Centro Sportivo Italiano) ed il CSV di Reggio Calabria hanno firmato lo scorso 25 marzo un patto etico e formale per favorire la diffusione di uno sport etico.

Il patto prevede la possibilità di scontare un turno di squalifica ricevuta sul campo da gioco, donando alcune ore del proprio tempo ad attività di volontariato presso una struttura di servizio. Il CSV, inoltre, curerà la formazione annuale per tutti i dirigenti, arbitri e atleti delle società sportive sugli aspetti della cittadinanza attiva e del volontariato.

di Alessia Ciccotti

"Stiamo aprendo i lavori del "Terzo Stato dello Sport educativo", e non è un caso che questo avvenga nel settantesimo dalla fondazione del Centro Sportivo Italiano: vogliamo riscrivere una storia, a tutti nota, ma di cui nessuno o pochi hanno il coraggio di denunciare. - ha dichiarato il presidente provinciale del CSI, Paolo CicciùStop alla violenza nei campi di gioco! Ci riferiamo - continua Cicciù - non agli episodi dovuti dal temperamento e dalle circostanze in campo, ma a tutti quei sistemi criminali che utilizzano lo sport ed i ragazzi per i loro scopi. Partiremo dai nostri campionati, - spiega Cicciù – per provare a contrastare la "mafiosità", ma vogliamo fortemente estendere questo progetto a tutte le realtà federali. Da oggi parte un modo nuovo di concepire la sanzione disciplinare: non squalifica punitiva, ma "qualifica sociale"".

Secondo Mario Nasone, presidente del CSV, "è sconcertante che a livello nazionale i due terzi degli episodi di aggressioni agli arbitri nei campi di calcio avvengano nella sola regione Calabria. Un record negativo - ha detto Nasone - che vogliamo cancellare dando il nostro contributo come CSV alla riscoperta di valori del rispetto della persona e della sana attività sportiva che il CSI da tempo sta perseguendo. L'incontro dei ragazzi che hanno subito una squalifica con le realtà dell'impegno sociale è un modo per responsabilizzarli al rispetto dell'altro e delle regole".

Sullo stesso tema

 
Ottobre 2019
L M M G V S D
28 30

Social wall CSV

Torna su