Volontari: cittadini europei. A Genova la chiusura dell'Anno Europeo del Volontariato

AEVÈ ancora viva l'immagine dei tanti, soprattutto giovani, accorsi in Liguria non più di due mesi fa per dare il proprio contributo nelle zone colpite dall'alluvione. Sono la testimonianza di un'Italia che sa mobilitarsi nell'emergenza ma che ogni giorno, attraverso migliaia di volontari, mette a sistema capacità ed esperienze per fare con gli altri e per gli altri.
Per questo Genova ospiterà la Conferenza di chiusura dell'Anno Europeo del Volontariato, in programma domenica 22 gennaio 2012, dalle ore 9.00 alle 14.00, presso la Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale.

di Alessia Ciccotti

La Conferenza - promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Organismo Nazionale di Coordinamento dell'AEV per l'Italia), in collaborazione con Comune di Genova, Osservatorio Nazionale per il Volontariato, CSVnet - Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato (Segreteria tecnica ONC per l'AEV) e Celivo, il CSV della provincia di Genova - ha come principale obiettivo quello di condividere le azioni e i percorsi messi in campo nel 2011 da tutte le organizzazioni di volontariato nazionali e tracciare un bilancio di questo anno anche in vista della VI Conferenza Nazionale del Volontariato.

Si tratta di un cammino su cui continueremo a lavorare – affermano i promotori - intrapreso già nel 2009 con la realizzazione del Manifesto del Volontariato Italiano per l'Europa, frutto di un lavoro che ha coinvolto le più grandi reti del volontariato italiano ed europeo sui principali aspetti del processo di costruzione dell'Europa e sul ruolo del volontariato come elemento fondante per lo sviluppo della società civile e per il consolidamento della vita democratica”.

La mattinata sarà aperta da Danilo Giovanni Festa, DG Terzo settore e Formazioni sociali – Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, a cui seguiranno i saluti istituzionali di Lorena Rambaudi, Assessore Politiche Sociali, Regione Liguria; Marta Vincenzi, Sindaco di Genova; Roberta Papi, Assessore Politiche Socio Sanitarie, Comune di Genova e Giorgio Bornacin, On. Senatore della Repubblica.
Successivamente avrà luogo la tavola rotonda, moderata da Luca Cosso, presidente CSV Celivo Genova, con gli esperti e i rappresentanti delle reti del volontariato, dal titolo “Quale welfare? Il contributo originale del volontariato italiano”.
Dopo il video messaggio di Ugo Ascoli, Docente di Sociologia Economica Università Politecnica delle Marche, la tavola rotonda vedrà gli interventi di: Marco Musella, Preside Facoltà Scienze Politiche Università Federico II Napoli; Piervirgilio Dastoli, Presidente CIME (Consiglio Italiano del Movimento Europeo); Renzo Razzano – Componente del gruppo di lavoro “Volontariato europeo e internazionale a confronto” – Osservatorio Nazionale per il Volontariato, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Fausto Casini – Coordinatore Consulta del Volontariato presso il Forum del Terzo Settore; Stefano Tabò – Presidente CSVnet.

La chiusura sarà affidata a Maria Cecilia Guerra, Sottosegretario di Stato, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Sullo stesso tema

 
Ottobre 2019
L M M G V S D
28 30

Social wall CSV

Torna su