Non con i miei soldi

È partita la campagna di Banca Popolare Etica e Fondazione culturale Responsabilità EticaNon Con I Miei Soldi” finalizzata a rendere semplici e comprensibili alcuni concetti alla base della finanza, sempre più spesso al centro dell'attenzione ma presentati come “difficili” per evitare di far capire ai cittadini cosa succede, come funziona e chi guadagna dal mercato della finanza speculativa 

di Alessia Ciccotti

La campagna, realizzata in collaborazione con un gruppo di esperti della comunicazione in rete, ha come principale strumento il sito, attivo dal 12 marzo, www.nonconimieisoldi.org che informa gli utenti su come vengono utilizzati i loro risparmi. L'obiettivo è di rendere i risparmiatori consapevoli e protagonisti di un cambiamento atto a superare la crisi attuale.

La speculazione finanziaria sta affossando l'economia reale e l'occupazione, danneggia l'ambiente e spesso viola i diritti umani. – sostengono i promotori - E' necessaria una presa di coscienza dal basso per fare in modo che la crisi crei i presupposti per un futuro differente, in cui la finanza sia al servizio dell'economia reale, magari premiando le imprese pulite e socialmente responsabili”.

Oltre a divulgare informazioni il sito di “Non Con I Miei Soldi” servirà anche per chiedere azioni, piccole come quella di farsi una foto con lo slogan della campagna e pubblicarla online, per iniziare a cambiare le cose; servirà poi per promuovere e organizzare eventi, per ospitare idee e persone che vogliano portare un loro contributo.

Il casinò online presente sul sito della campagna è invece un “gioco” per rendere chiaro il concetto che noi tutti investiamo spesso i nostri soldi sulla prospettiva di un guadagno rapido, senza però conoscere le conseguenze delle nostre puntate.

Per ulteriori notizie, informazioni, dati o altro, si può scrivere a info@nonconimieisoldi.org">info@nonconimieisoldi.org

Sullo stesso tema

 
Febbraio 2020
L M M G V S D

Social wall CSV

Torna su