Matera 2019, “la città si fa casa”: così i volontari accolgono i visitatori

Durante la cerimonia di apertura del 19 gennaio le associazioni locali hanno collaborato a organizzare cibo e feste per i 2019 musicisti da tutta Europa. Una prova generale per i prossimi grandi eventi della “capitale della cultura” 

di Imma D’Angelo

“La città si fa casa”. Nella grande inaugurazione del 19 gennaio scorso, a Matera “Capitale europea della cultura” sono stati protagonisti anche i volontari delle numerose associazioni locali: proprio con questo slogan, e coordinati dal Csv della Basilicata, hanno infatti accolto i 2019 musicisti componenti delle bande provenienti dai comuni lucani e dalle capitali europee della cultura, passate e future, che durante la cerimonia di apertura si sono recati nei quartieri della città per una festa con i residenti.

Matera 3

Una festa all’insegna dello scambio e dell’arricchimento reciproco, dove la musica, il cibo locale e il calore umano hanno azzerato qualsiasi barriera linguistica. Come in una vera famiglia, i volontari hanno imbandito tavole, servito il pranzo, chiacchierato e preso il caffè insieme ai partecipanti, mettendo al centro di questa speciale occasione i valori della condivisione, dell’accoglienza, dell’uguaglianza che animano la loro attività quotidiana. E con lo stesso spirito, si sono poi adoperati perché il cibo avanzato non andasse sprecato. Grazie alle segnalazioni delle associazioni e della rete Cibus, che si occupa del recupero e della distribuzione delle eccedenze alimentari, sono stati raccolti oltre 410 kg di cibo e donati alle mense per i bisognosi della città.

Ma la performance dei volontari in queste feste rionali non è stata che la prova generale della partecipazione dei volontari materani, che si renderanno utili in molti degli eventi di maggiore richiamo previsti dal ricchissimo programma che si concluderà il 20 dicembre prossimo. Il modo migliore per far sentire, appunto, a casa i “cittadini temporanei” che verranno a Matera in questo anno straordinario, e che – sottolineano al Csv, “non saranno trattati come ospiti ma come cittadini, come parte di una comunità aperta e accogliente”.

Sullo stesso tema

 
Aprile 2019
L M M G V S D
20 21
22 26 27 28

Social wall CSV

Torna su