Marche: nuova vita alla stazione con bambini, musica e volontariato

Inaugurato a Jesi “Binario volontario”: 300 mq a disposizione gratuita delle associazioni grazie all’accordo tra Rete ferroviaria italiana e Csv Marche, che porterà nella stazione lo sportello a servizio del territorio. Il progetto rientra nel protocollo nazionale promosso da CSVnet 

Un doposcuola per bambini e ragazzi che hanno difficoltà nell’apprendimento, momenti di aggregazione giovanile e di creatività attraverso la musica, iniziative per l'integrazione e il sostegno delle fasce più vulnerabili e per l'educazione alla salute, uno sportello al servizio del volontariato.

Sono alcune delle attività che verranno realizzate nel nuovo spazio “Binario Volontario”: 300 metri quadri inutilizzati nella stazione ferroviaria di Jesi avranno una seconda vita e saranno a disposizione gratuitamente del volontariato grazie alla disponibilità di Rete ferroviaria italiana (Rfi) e all’iniziativa del Csv Marche insieme ad alcune associazioni locali - Croce rossa, associazione musicale Valvolare e Daniela Cesarini onlus. 

Il taglio del nastro del nuovo spazio
Il taglio del nastro del nuovo spazio "Binario volontario" nella stazione di Jesi

A livello nazionale il progetto rientra nell’accordo “Volontariato in stazione” siglato nel 2013 tra CSVnet, Rete ferroviaria italiana e Ferrovie dello stato per riqualificare gli spazi in disuso e le stazioni impresenziate (attive come scalo ma prive di personale delle ferrovie) che vengono messe a disposizione gratuita delle associazioni.

Il taglio del nastro è avvenuto sabato scorso alla presenza delle autorità locali e della regione, del presidente del Csv Simone Bucchi, del direttore di CSVnet Roberto Museo insieme alle associazioni e volontari del territorio.

I locali della stazione di Jesi – suddivisi in 10 stanze al primo piano della stazione – sono stati assegnati nel 2017 con un comodato d’uso gratuito di 5 anni; dopo i lavori per la messa in sicurezza, ora sono pronti per essere animati dalle diverse attività previste e dallo stesso Csv che sposta qui lo sportello di Jesi con i servizi offerti al volontariato del territorio. 

Gli interni del nuovo spazio a disposizione delle associazioni nella stazione di Jesi
Gli interni del nuovo spazio a disposizione delle associazioni nella stazione di Jesi

“Abbiamo costruito qualcosa di concreto – commenta il presidente del Csv Simone Bucchi -  recuperando un prezioso spazio di incontro e di impegno sociale in favore della collettività”.

Uno degli spazi affidato alla gestione delle associazioni
Uno degli spazi affidato alla gestione delle associazioni

Binario volontario sarà un presidio importante in questa zona della città: l'associazione Daniela Cesarini onlus gestirà un doposcuola pomeridiano per alunni italiani e stranieri, con la previsione di coinvolgere anche i genitori, favorendo al contempo un'esperienza di integrazione e aggregazione; l'associazione musicale Valvolare, allestirà una sala prove/studio di registrazione e spazio multimedia per giovani musicisti e creativi; infine il Comitato jesino della Croce rossa organizzerà un servizio di ascolto e sostegno alle fasce più vulnerabili, e coinvolgerà i giovani dell’associazione in laboratori e percorsi di educazione alla salute, stili di vita sani, e sui rischi da cambiamenti climatici.

Sullo stesso tema

 
Ottobre 2019
L M M G V S D
28 30

Social wall CSV

Torna su