Molina: necessario promuovere una cultura dell'innovazione in Italia

La video intervista al direttore scientifico della Fondazione Mondo digitale, intervenuto a Trento nella sessione preliminare de "La follia dei volontari". Il professore ha proposto una riflessione sul tema dell'innovazione tecnologia e dell'importanza che può avere per i Csv e per il terzo settore  

di Alessia Ciccotti

Il direttore scientifico della Fondazione Mondo digitale Alfonso Molina è intervenuto alla conferenza di CSVnet 2019 “La follia dei volontari” approfondendo un tema ancora poco esplorato dai Centri di servizio, quello dell’innovazione tecnologica e della sfida che può rappresentare per il terzo settore in generale.

Secondo il professor Molina si tratta sicuramente di un’opportunità da cogliere in quanto oggi sono disponibili tecnologie, gratuite o a basso costo, per tutta la catena di valori del lavoro dei Csv. La tecnologia sta permeando tutti gli ambiti della vita umana ormai e “non c’è scampo - dice Molina - per continuare a far bene il nostro compito abbiamo bisogno di innovazione”.

Nel suo intervento, il docente che per oltre 20 anni ha insegnato “technology strategies” all’università di Edinburgo, ha cercato di individuare le caratteristiche del sistema dei Csv da cui è possibile partire per avviare un percorso di innovazione, come la capacità di fare rete costruendo nuove modalità di erogazione dei servizi che ottimizzino costi e sprechi, grazie alla collaborazione interna ai Csv e tra Csv. Il professor Molina ha inoltre riconosciuto proprio nella rete dei centri, in grado di interagire con comunità, scuole, istituzioni, il potenziale per essere una vera forza di cambiamento per l’Italia.

Qui il video dell'intervento integrale: I parte - II parte.

 
Dicembre 2019
L M M G V S D
22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Social wall CSV

Torna su