www.csvnet.it

Volontariato e ricerca: nasce il Centro Maria Eletta Martini

È promosso dalla Fondazione Cassa di risparmio di Lucca, la Fondazione per la Coesione sociale e la Scuola superiore Sant'Anna di Pisa. Presidente Emanuele Rossi, direttore Luca Gori. Ecco le prime indagini che saranno avviate 

È stato presentato nei giorni scorsi il “Centro di ricerca Maria Eletta Martini”, promosso dalla Fondazione Cassa di risparmio di Lucca, dalla Fondazione per la coesione Sociale e dalla Scuola superiore Sant'Anna di Pisa. Scopo della nuova struttura, si legge in un comunicato, sarà “realizzare e divulgare indagini scientifiche sui temi della cultura, della disciplina giuridica e della prassi del volontariato, del terzo settore e dell'impresa sociale”.

Il centro si ispira, a partire dalla denominazione, all’eredità culturale e valoriale della grande politica lucchese, fondatrice nel 1984 del Centro nazionale del volontariato, “che non ha mai guardato al volontariato con spirito di parte, bensì con la convinzione che fosse la sua libertà a garantire la sua presa e i suoi risultati nel corpo vivo dell’Italia”.

Le attività di studio e ricerca saranno svolte su scala sia nazionale che internazionale, con l’intento di “fornire strumenti di crescita in un contesto di grandi cambiamenti come quelli introdotti in Italia dalla riforma del terzo settore”. Il centro opererà “secondo gli standard di riferimento nell'ambito delle scienze sociali, con indipendenza e autonomia rispetto ai portatori di interesse sia pubblici sia privati”.

La Fondazione Cassa di risparmio di Lucca stanzierà un budget annuale in base a un programma di intervento e assicurerà l'operatività del centro tramite la Fondazione di scopo per la Coesione sociale. La Scuola Sant'Anna parteciperà tramite i propri docenti e ricercatori, ma anche “apportando direttamente o indirettamente risorse da progetti di ricerca”.

"L'interpretazione del volontariato dopo il nuovo Codice del terzo settore - ha ricordato Rossi - è impresa complessa e utile e c'è un diffuso bisogno a tutti i livelli di strumenti di comprensione e bussole di azione che solo la ricerca scientifica libera ed indipendente può fornire". Le prime linee di ricerca riguarderanno dunque il riconoscimento normativo del volontariato, l'indagine sulla grande pluralità di forme di volontariato, il volontariato atipico, il rapporto fra volontariato stesso e mondo del lavoro e della politica, le misure di promozione e la cittadinanza attiva. Il centro si è dotato di un comitato scientifico presieduto dallo stesso e composto inizialmente dai docenti Pierluigi Consorti, Andrea Salvini, Cinzia Canali e Luca Bagnoli. Luca Gori, ricercatore in Diritto costituzionale alla Sant’Anna, ne sarà il direttore.

 
Agosto 2020
L M M G V S D

Social wall CSV

Torna su