Coronavirus: come cambiano le attività dei Csv

Da nord a sud molti Centri di servizio hanno deciso di mantenere gli uffici aperti al pubblico, sperimentando nuove modalità operative per continuare ad erogare i servizi anche online; ecco gli ultimi aggiornamenti 

di Clara Capponi

Aggiornato al 9 marzo

Dopo quasi due settimane dalle prime misure adottate per l’emergenza legata al Coronavirus, continua l’impegno del volontariato e dei centri di servizio nel proseguire le attività, anche se le indicazioni più stringenti previste a livello nazionale con il nuovo Decreto emanato dal Governo l'8 marzo, obbligano tutto il mondo del non profit e i Csv ad adeguarsi.

Tra gli ultimi aggiornamenti, il Csv di Padova ha revocato l'uso degli spazi per le riunioni e annullato alcune attività fino al 3 aprile e, in linea con il Csv di Rovigo, ha lanciato un appello ai volontari che in questi giorni sono impegnati nell'emergenza  Si sono adeguati anche altri centri del Veneto, come il  Csv di Belluno, Rovigo TrevisoVenezia e Vicenza. Anche il Csv del Friuli mantiene le misure cautelative già adottate.

In Lombardia uffici aperti al pubblico per il Csv di Milano che sta sperimentando nuove modalità operative per proseguire le attività, anche online e “che non comportino il venir meno della solidarietà reciproca, anche informale, perché è proprio nei momenti di difficoltà che serve maggiore coesione, impegno e flessibilità” come ha dichiarato il presidente Ivan Nissoli. Un appello al volontariato per essere vicini alle persone che possono sentirsi più fragili in questo momento è stato lanciato dal presidente del Csv Monza Lecco Sondrio. Il Csv Lombardia Sud è disponibile solo via telefono o mail.

In Piemonte uffici chiusi per il Csv Asti Alessandria, che riceve solo su appuntamento; stessa linea per il Csv Vercelli – Biella fche ino al 13 marzo sospenderà alcuni servizi. Il Csv di Cuneo invita i volontari a procedere preferibilmente via telefono o mail per le consulenze dirette e le richieste di servizi. In Liguria nuove modifiche per l’accesso ai servizi anche dal Csv di Genova e La Spezia.

Per quanto riguarda i Csv dell'Emilia Romagna, il centro di servizio di Forlì - Cesena riceve solo su appuntamento; uffici aperti per il Csv di Rimini, che ha sospeso alcune attività; disposizioni simili anche per il Csv Terre Estensi.

In Toscana il Csv sospende i corsi di formazione e ogni tipo di evento pubblico in calendario. Anche il Csv delle Marche ha aggiornato le informazioni sull'erogazione dei servizi; gli effetti dell'emergenza sanitaria si fanno sentire anche nel Lazio, dove il Csv ha deciso di sospendere tutti i corsi di formazione‚ gli incontri ed i convegni programmati in tutte le sedi della regione. Consulenze solo su appuntamento e dopo il 15 marzo per il Csv dell'Umbria

Vista la portata nazionale dei provvedimenti presi dal Governo, diversi gli aggiornamenti anche dal Sud per quanto riguarda eventi e attività formative, a partire da Fqts, il percorso di formazione per il terzo settore delle regioni meridionali promosso da Csvnet e Forum terzo settore, che ha rimandato a giugno la sessione di marzo, continuando però la formazione a distanza.

In Campania, attività sospese anche per il nuovo Csv Irpinia Sannio, frutto della fusione fra i Csv di Avellino e Benevento. Uffici a disposizione di cittadini e volontari per il Csv di Salerno.

In Molise l'emergenza non ferma il Csv mentre in Puglia sospesa la formazione e gli eventi pubblici per il Csv di Foggia e per il Csv di Brindisi - Lecce, mentre con lo slogan il "Volontariato non si ferma, la solidarietà si riorganizza!" il Csv di Bari ha modificato l'apertura degli spazi a disposizione delle associazioni.

Uffici e sportelli aperti per il Csv Basilicata, ma cittadini e volontari possono accedere previo contatto telefonico.

In Calabria il Csv di Catanzaro ha sospeso le attività formative programmate per tutto il mese di marzo; allineati anche il Csv di Crotone, Vibo Valentia e quello di Cosenza che ha sospeso anche seminari, incontri tra associazioni ed eventi ed ha attivato un suo profilo dedicato su Skype.

Per quanto riguarda la Sicilia, il Csv di Messina ha sospeso tutte le attività formative e le manifestazioni sociali organizzate, promosse o patrocinate ma non l’erogazione dei servizi e l’operatività degli uffici, aperti negli orari consueti. Anche il Csv di Catania ha adottato nuove disposizioni, in conformità con il decreto. Stop ad eventi e manifestazioni anche per il Csv della Sardegna.

Sullo stesso tema

 
Aprile 2020
L M M G V S D
5
6 11 12
13

Social wall CSV

Torna su