Catalfo al terzo settore, “garantiremo gli ammortizzatori sociali”

L'annuncio del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali è arrivato ieri, a margine di un incontro con il Forum nazionale del terzo settore. Prevista anche proroga per gli adempimenti fiscali e la sospensione per il versamento dei contributi 

di Clara Capponi

"Il Coronavirus ci sta costringendo a fare dei sacrifici e cambiare le nostre abitudini. Quello che voglio dirvi è che il Governo sta lavorando in modo costante e costruttivo per permettere al nostro Paese di superare questo momento. I 25 miliardi di euro stanziati per fronteggiare l’emergenza sono una somma rilevante, grazie alla quale tuteleremo tutti i lavoratori, le imprese e le famiglie. Proprio in questa direzione vanno le misure che sto elaborando, dagli ammortizzatori sociali ai congedi parentali e voucher babysitter per chi ha figli, e che entreranno nel prossimo Decreto legge che sarà all’esame del Cdm".

Con un post pubblicato ieri sera sulla propria pagina Facebook, il ministro Nunzia Catalfo ha commentato le misure importanti adottate per fronteggiare l'emergenza economica e che riguardano anche il terzo settore.

Secondo quanto dichiarato a margine di una video conferenza con il Forum nazionale del terzo settore "Anche a tutti i lavoratori dipendenti degli enti attivi del non profit saranno garantiti gli ammortizzatori sociali. È poi mia intenzione lavorare insieme al Ministero dell’Economia affinché vi sia una proroga dei termini e degli adempimenti amministrativi e tributari degli enti stessi, oltreché la sospensione del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali. Lo ripeto: non lasceremo nessuno indietro. Con unità e senso di responsabilità ce la faremo". 

"Il Governo ha preso degli impegni. Aspettiamo di vedere gli elementi di concretezza operativa nei provvedimenti" ha commentato la portavoce del Forum, Claudia Fiaschi, in un'intervista al portale d'informazione Vita.it.

 

La ministra Nunzia Catalfo
La ministra Nunzia Catalfo durante la video conferenza con il Forum nazionale del terzo settore