www.csvnet.it

Firenze, il doposcuola si fa all’università

Grazie al progetto del Csv regionale e della Fondazione CR Firenze, da ottobre a maggio 30 studenti dell’ateneo toscano affiancheranno altrettanti alunni della scuola media per recuperare le lacune scolastiche, peggiorate durante la pandemia 

In tempo di pandemia molti ragazzi e ragazze hanno incontrato difficoltà nel loro percorso scolastico e oggi si trovano a fare i conti con lacune e carenze in alcune materie

A Firenze 30 alunni e alunne della scuola secondaria di primo grado Piero Calamandrei saranno affiancati da altrettanti studenti dell’Università di Firenze nelllo svolgimento dei compiti e per lezioni di approfondimento. 

Avviene grazie al progetto di volontariato “I care: studiare insieme”, che nasce dalla volontà del Csv Toscana e di Fondazione CR Firenze, anche con l’obiettivo di far acquisire agli studenti autonomia e senso di responsabilità. 

Il progetto coniuga una risposta concreta per le ragazze e i ragazzi rimasti indietro in alcune materie, con l’opportunità per gli studenti universitari di fare esperienze di volontariato.

Gli incontri di studio si svolgeranno da ottobre a maggio due volte alla settimana, presso il First Lab del polo universitario di Novoli. I partecipanti riceveranno un computer portatile, che resterà in omaggio a chi parteciperà con continuità agli incontri formativi. I dispositivi sono tra quelli donati alla Fondazione CR Firenze da TIM, nell’ambito di un recente accordo tra i due enti, destinati espressamente alla formazione digitale dei giovani che vivono in famiglie in difficoltà.

I 30 studenti universitari, che ad oggi hanno aderito al progetto, sono iscritti alle scuole di Giurisprudenza ed economia e Management dell’Università di Firenze ed hanno già partecipato alla giornata di formazione. Il loro impegno nel progetto gli garantirà il riconoscimento di crediti formativi universitari, e avranno un bonus acquisto presso la “Libreria Campus”.

Gli alunni della scuola Calamandrei potranno inoltre usufruire di un servizio di accompagnamento gratuito, a cura dell’associazione Meeting Point, fino alle aule di studio messe a disposizione dall’università.

Alla presentazione del progetto erano presenti, tra gli altri, Sara Funaro, assessora Educazione e Welfare del Comune di Firenze e Luigi Paccosi, per l'Associazione Meeting Point e vicepresidente vicario di CSVnet.

 

© Foto di Laura Mosso - progetto FIAF-CSVnet "Tanti per tutti. Viaggio nel volontariato italiano"

Sullo stesso tema

 
Ottobre 2021
L M M G V S D
12
25 31

Social wall CSV

Torna su