I Centri di servizio celebrano la Giornata internazionale del volontariato

Da nord a sud Italia, ecco le iniziative organizzate dai Csv in occasione del 5 dicembre. Spettacoli, seminari, manifestazioni in presenza e on line per valorizzare il ruolo di volontari e volontarie ma anche per mettere in luce criticità, sfide e prospettive

di Alessia Ciccotti

La Giornata internazionale del volontariato si conferma appuntamento irrinunciabile per il sistema dei Centri di servizio, per mettere in luce il ruolo di oltre 5 milioni di donne e uomini che svolgono quotidiane azioni di solidarietà. Ma la ricorrenza del 5 dicembre è anche l’opportunità per far emergere le criticità che associazioni, volontarie e volontari si trovano a dover affrontare, oggi più che mai date le conseguenze drammatiche della pandemia sul tessuto sociale del paese, e per far riflettere sulle azioni da intraprendere e le sfide da cogliere per il futuro.  

A Roma si svolgerà proprio il 5 dicembre l’evento nazionale organizzato da CSVnet, Forum del terzo settore e Caritas italiana, dal titolo “Volontari ora per un futuro condiviso. Dall’emergenza alle sfide per la ripresa”. L'obiettivo della giornata, ospitato nel teatro Sala Umberto, è valorizzare la generosità, l’altruismo e l’impegno dei volontari che quotidianamente donano il loro tempo e le loro capacità per comunità più coese e solidali, a sostegno delle persone più fragili. 

Ecco invece una panoramica delle iniziative, di ogni genere, organizzate dalla rete dei Csv da nord a sud Italia. 

"Con “arte” diamo forma alla solidarietà" è il titolo dell'iniziativa promossa dal Csv Valle d'Aosta, in programma nel pomeriggio del 5 dicembre presso la Cittadella dei giovani, ad Aosta. Sarà un pomeriggio artistico, gratuito ed aperto a tutti i bambini e alle loro famiglie, con l'obiettivo di lanciare, attraverso il gioco, la manipolazione, la musica e il cinema alcuni messaggi solidali alle giovani generazioni.

Il 5 dicembre sarà la giornata conclusiva di Solidaria Rovigo la manifestazione che quest’anno il Csv di Padova e Rovigo ha deciso di replicare anche qui, dopo il successo della quarta edizione padovana. Sarà un'altra occasione di dialogo e confronto tra il mondo della solidarietà, del volontariato, della cultura e dell’arte, in cui si darà voce a ospiti di livello nazionale ed internazionale attraverso convegni, spettacoli teatrali, incontri culturali. È l’evoluzione il tema che farà da filo conduttore dell’iniziativa. La manifestazione è patrocinata da CSVnet. 

Per il Csv di Vicenza sarà una ricorrenza in musica, con il concerto di Roberto Vecchioni dal titolo “Emozioni e canzoni nella memoria dell’anima”, previsto il 9 dicembre. La serata sarà anche l’occasione per assegnare il premio “Volontari… Facciamo la differenza 2021” a due associazioni che si sono particolarmente distinte durante quest’anno di attività. 

 “Ripartiamo. Un terzo settore per un mondo migliore” è il titolo della rassegna di eventi organizzata dal Csv Belluno Treviso dal 4 al 7 dicembre. Cinque appuntamenti, in presenza, sul territorio delle due province per parlare di: nuovo Codice del terzo settore, effetti e conseguenze della pandemia, co-progettazione. Nella giornata del 5 dicembre è in programma la proiezione del documentario prodotto dalla Fondazione Zanetti ONLUS “Passi verso l’altrove”; il 7 dicembre la rassegna si chiuderà con un incontro dedicato alle opportunità di mobilità all’estero per adulti, con Nicolò Triacca (Area Europa di CSVnet).

“Cercasi Umani”, è la campagna di sensibilizzazione e promozione del volontariato realizzata nei mesi scorsi dal Csv di Verona in collaborazione con 40 associazioni locali e il dipartimento di Comunicazione e ricerche sociali dell’Università La Sapienza di Roma. In vista del 5 dicembre il Centro di servizio ha diffuso i dati sui risultati ottenuti dall'iniziativa, di cui è stata anche avviata la seconda fase proprio recentemente. Nei mesi scorsi i promotori avevano tappezzato alcune piazze di Verona con manifesti gialli e slogan ironici e originali. Appelli rivolti a “egoisti, pigri, pessimisti, delusi, annoiati, polemici, insicuri e timidi” che hanno indirizzato tanti sul sito della campagna www.cercasiumani.org e, successivamente, verso attività di volontariato.

Il Csv di Venezia, in occasione della Giornata internazionale, ha invece in programma la cerimonia di consegna del premio Eccellenze del volontariatoSaranno premiati l'associazione che ha lavorato più a stretto contatto con il Csv negli ultimi 4 anni, il volontario o la volontaria con attività di volontariato più longeva, il socio volontario più giovane iscritto ad un'associazione e, infine, l'associazione con il numero più alto di soci volontari under 30.

Il Csv di Brescia, in collaborazione con Volontari per Brescia e il Centro studi sul volontariato e la partecipazione sociale (Cesvopas), organizza l'evento “1000 idee per il volontariato” che vuole promuovere il volontariato nella comunità e valorizzare l’impegno e la scelta dei tanti cittadini che ogni giorno si prendono cura del territorio, animati dai valori dell’accoglienza, della giustizia, della pace, dei diritti umani, del dialogo e della legalità. 

Il Csv Emilia dedicherà invece il suo evento per la ricorrenza al valore di proteggere le vite e di salvaguardare i diritti. L'appuntamento del 6 dicembre, dal titolo Rotta condivisa, vedrà protagonisti i volontari di ResQ people. Saranno presenti inoltre Gherardo Colombo, ex magistrato e presidente onorario di ResQ, Luciano Scalettari, giornalista e presidente di ResQ, Michela Sfrondini del Gruppo Reti ResQ. 

Palazzo Vecchio a Firenze ospiterà il 4 dicembre l’undicesima edizione dell'evento All'origine della gratuità promosso da Voltonet, Misericordia di Firenze e CdO Toscana insieme al Csv Toscana e alla Fondazione CR Firenze, per riflettere sul valore della gratuità e del volontariato. La testimonianza centrale del convegno sarà quella di Alejandro Marius, un passato come ingegnere elettronico in Pirelli-Telecom, project manager e responsabile di sviluppo aziendale, che ha deciso di mettersi a servizio delle persone accompagnandole verso nuove possibilità di formazione professionale. 

E proprio il 5 dicembre il Csv Molise ha dato inizio alla sua nuova campagna di comunicazione per la promozione del volontariato "Dona il tuo tempo, diventa volontario". Si tratta di due spot video che ritraggono 13 volontari nei loro quotidiani gesti di solidarietà; sullo sfondo le ricchezze culturali e paesaggistiche del territorio regionale, la cui bellezza viene accostata a quella dell'aiutare gli altri.

Il Csv Brindisi Lecce celebrerà la 36 Giornata internazionale del volontariato con la manifestazione Strade volontarie “Ci vuole un NOI”, Festival del volontariato, che prevede dal 3 al 5 dicembre, in collaborazione con il Polo Biblio-Museale di Lecce, un programma ricco di eventi e ospiti, con oltre 40 enti del terzo settore coinvolti e diversi partner istituzionali. La manifestazione, che ha il patrocinio di CSVnet, punta a scoprire e valorizzare tutte quelle esperienze che promuovono il NOI come stile di vita. 

Il 1° dicembre il dipartimento jonico Sistemi giuridici ed economici del mediterraneo dell’Università degli studi di Bari Aldo Moro ospiterà la Giornata del volontariato organizzata dal Csv Taranto, in collaborazione con l’ateneo e l’assessorato regionale al Welfare, politiche di benessere sociale e pari opportunità. L’iniziativa sarà dedicata e rivolta ai giovani, che hanno contribuito in prima persona alla costruzione di vari momenti del programma. Si parlerà in particolare di inclusione, lotta ai cambiamenti climatici e sviluppo sostenibile – declinati a livello locale attraverso seminari, laboratori e testimonianze. 

Anche il Csv Basilicata ha scelto di dedicare ai giovani il suo evento, dal titolo "Con gli altri. Lo sguardo dei giovani oltre la pandemia", in programma il 10 dicembre a Potenza. Si parlerà in particolare di servizio civile, con le testimonianze dei ragazzi e delle associazioni locali coinvolte nei progetti promossi dal Csv. L'iniziativa, organizzata in collaborazione con Forum terzo settore Basilicata e con il patrocinio della Regione, sarà poi un’importante occasione di dibattito, confronto e racconto su come il non profit ha vissuto e fronteggiato l’emergenza pandemica e su quali strumenti stia utilizzando per proiettarsi fuori da questa situazione. 

Il 4 dicembre, invece, il Csv di Reggio Calabria promuove un appuntamento con #IOSIAMO, primo spettacolo teatrale dedicato ai volontari con il quale l’attrice Tiziana Di Masi sta girando l’Italia per raccontare e interpretare le storie di chi dedica agli altri tempo e azioni solidali. A Palmi, lo spettacolo offrirà anche il racconto di una storia di impegno umano e civile che nasce proprio nella Piana. 

Anche il Csv di Cosenza ha scelto il teatro per celebrare la ricorrenza del 5 dicembre. Lo stesso spettacolo di Tiziana di Masi sarà infatti proposto in questa giornata a Rende. 

Molte di queste iniziative si rifanno inoltre alla campagna che anche quest'anno l’Onu ha lanciato per celebrare la ricorrenza, scegliendo come slogan “Diventa volontario per un futuro condiviso” (in inglese Volunteer now for our common future), un invito a tutti ad agire in prima persona per il bene degli altri e del pianeta. 

 

Aggiornato al 13 dicembre 2021

© Foto di Nadia Bologna. Progetto Fiaf-CSVnet "Tanti per tutti. Viaggio nel volontariato italiano"