www.csvnet.it
CSVnet Centri di servizio per il volontariato

Festival dello Sviluppo sostenibile: ecco gli eventi dei Centri di servizio

I Csv di Messina, Palermo, Abruzzo, Toscana e Genova partecipano al cartellone nazionale della manifestazione con iniziative dedicate al cibo, all’educazione dei giovani e alle migrazioni femminili. Complessivamente, sono in programma oltre 800 appuntamenti per tutto il mese di maggio, promossi da 320 enti della società civile

di Alessia Ciccotti

Ha preso il via l'8 maggio e proseguirà fino al 24 il settimo Festival dello Sviluppo Sostenibile, organizzato dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) e con il contributo dei 320 organizzazioni della società civile che realizzeranno eventi ed iniziative, sia in presenza che on line, in tutta Italia.

Sono infatti oltre 800 gli appuntamenti inseriti nel cartellone della manifestazione – tra conferenze, seminari, presentazioni di libri e molto altro. A questi si affiancano i 24 eventi principali a cura dell’ASviS e dei suoi Gruppi di Lavoro, che si svolgono in collaborazione con le amministrazioni locali e le università di Napoli, Bologna, Milano, Torino e Roma. Ognuna di queste cinque tappe sarà dedicata ad approfondire una diversa dimensione della sostenibilità: sociale a Napoli dall’8 al 10 maggio, ambientale a Bologna dall’11 al 14 maggio, economica a Milano dal 15 al 17 maggio, culturale a Torino dal 18 al 22 maggio, istituzionale a Roma il 23 e 24 maggio, dove si concluderà con un incontro presso la Camera dei Deputati, nel corso del quale verrà illustrato il frutto dei 17 giorni di riflessione.

Per il quarto anno, inoltre, attraverso la collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), il Festival aprirà una finestra sul mondo, con una serie di eventi organizzati nelle Ambasciate e negli Istituti di cultura italiani all’estero.

Anche alcuni Centri di servizio per il volontariato porteranno il proprio contributo al dibattito che si animerà intono ai temi del Festival.

Il 9 maggio, Csv Palermo e ComeUnaMarea onlus Aps hanno organizzato l'evento “FOODforFUTURE Alimentazione sostenibile”, che ha proposto una riflessione su cosa si intende per alimentazione sostenibile e quali sono gli strumenti che conducono a uno stile di vita sano. Si è parlato inoltre di alimentazione che rispetta la stagionalità e che predilige le risorse territoriali. In questa occasione è stato poi presentato il docu-film "Italian masterpieces - My Sicily" che ha partecipato alla Settimana della cucina italiana nel mondo 2022.

"Dialogo sulle discriminazioni – Conoscenza, consapevolezza e ingaggio contro razzismo e afrofobia" è il titolo dell'evento promosso dal Csv Messina, nell'ambito del progetto europeo CHAMPS che vede tra i suoi partener CSVnet e il Csv Marche. L'incontro, in programma il 12 maggio, sarà un'occasione di confronto tra studenti, docenti, operatori sociali, ricercatori e reti associative per sensibilizzare le nuove generazioni promuovendone la capacità di individuare proposte, idee e azioni per sconfiggere episodi di razzismo e afrofobia. 

Il 16 maggio si svolgerà on line una tavola rotonda sul tema della “Comunità educante e benessere psicologico dei giovani”, alla quale prenderà parte il Csv Abruzzo.

Il 19 maggio è in programma “Migrazioni femminili”, un seminario promosso dal Csv Toscana insieme al Centro interdisciplinare “Scienze per la pace” Università di Pisa sulle migrazioni in prospettiva di genere. L'incontro punta ad aumentare la comprensione dei fenomeni migratori e delle trasformazioni sociali, che secondo i promotori "deve includere il punto di vista delle donne con vissuto migratorio" perché "solo così sarà possibile elaborare strategie e pratiche efficaci per contrastare discriminazioni e diseguaglianze, migliorando l’accesso ai diritti e la qualità della vita per tutte e tutti".

Nello stesso giorno a Taranto, il Csv provinciale concluderà la sedicesima edizione del progetto Giovani in volo, per la promozione del volontariato nelle scuole, con un evento ricco di confronti e riflessioni che toccheranno trasversalmente i vari Goal dell'Agenda 2030. Nella prima parte della giornata studenti e studentesse saranno protagonisti dell'incontro con i volontari e le volontarie degli enti del Terzo settore che li hanno accompagnati nelle esperienze durante l'anno. Al pomeriggio invece si svolgerà un world café rivolto a volontari, insegnanti, genitori, educatori, adulti e giovani, per alimentare un confronto proficuo tra i diversi attori della comunità educante.

Infine, “Il cibo bene comune - Esperienze di rete sul recupero di alimenti” è il titolo del seminario on line organizzato il 24 maggio da Csv Genova, Banco Alimentare Liguria, RICIBO sulle azioni che possono essere messe in campo per promuovere le politiche a favore della lotta allo spreco alimentare e a sostegno della povertà ed esclusione sociale. Si parlerà poi di come si può costruire e implementare un sistema di recupero e ridistribuzione sempre più efficiente e trasparente.

Alla presentazione ufficiale del Festival, lo scorso 4 maggio, la presidente dell’Asvis Marcella Mallen ha detto: “L’ampia partecipazione e l’entusiasmo dimostrato dalle oltre 800 iniziative inserite dalla società civile nel cartellone del Festival 2023, cui si aggiungono le oltre 600 organizzate nel contesto degli eventi ‘gemellati’, il convinto sostegno delle istituzioni pubbliche e delle aziende, e l’accoglienza delle amministrazioni delle città che ospitano le cinque tappe, testimoniano un profondo e vivo interesse della società italiana nei confronti dei temi della sostenibilità e una crescente consapevolezza rispetto alla necessità di mobilitarsi a ogni livello per realizzare gli Obiettivi dell’Agenda 2030”.

“Per raggiungere i 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 in Italia bisogna fare scelte urgenti da parte del settore pubblico e privato, anche alla luce della modifica degli Articoli 9 e 41 della nostra Costituzione. – ha affermato il direttore scientifico dell’ASviS Enrico Giovannini - Occorre poi attuare pienamente il Pnrr, orientando alla sostenibilità anche gli investimenti finanziati dai fondi comunitari e nazionali 2021-27 e dal RePowerUe”. “Nel corso di quest’anno - aggiunge Giovannini - sono in programma importanti appuntamenti internazionali, dalla presentazione all’ONU della prima Voluntary review dell’Ue sull’attuazione dell’Agenda 2030, al summit delle Nazioni Unite di settembre sul medesimo argomento con la partecipazione dei capi di Stato e di Governo, dopo il quale l’Italia assumerà la Presidenza del G7. Il nostro Paese è chiamato quindi a giocare un ruolo importante e il Festival è un’occasione straordinaria per condividere l’impegno delle istituzioni, delle aziende e della società civile nel cammino verso lo sviluppo sostenibile”.

Sullo stesso tema

 
Maggio 2024
L M M G V S D
1 2 4 5
6
27
fondazioneonc logoBN Logo FVP des labsus Euricse new
Torna su