www.csvnet.it
CSVnet Centri di servizio per il volontariato

Daccapo, storia di riciclo e collaborazioni

È attivo a Lucca dal 2013 ed è un progetto di recupero di oggetti inutilizzati che si coniuga la cura per l'ambiente e la riduzione degli sprechi, ma è anche un esempio di sinergia positiva tra volontariato, imprese locali e enti pubblici 

Si chiama "Daccapo Sistema di Riuso Solidale" e trasforma gli oggetti inutilizzati in oggetti di nuovo utili alla vita di tutti i giorni.

Nato nel 2013 a Lucca, il progetto punta in primo luogo a coniugare la cultura del riuso, la cura dell'ambiente e della riduzione degli sprechi, con una reale possibilità di restituire bellezza e dignità agli oggetti, ma anche a coloro che si trovano in condizioni di fragilità economica. È un'iniziativa della Caritas Diocesana di Lucca e dell'Associazione Ascolta La Mia Voce Onlus, con la collaborazione di Comune di Lucca, Comune di Capannori, Sistema Ambiente e Ascit.

Le attività spaziano tra laboratori, empori e collaborazioni, l'obiettivo è quello di ridurre l'impatto ambientale, ampliare il proprio impatto sociale e divulgare comportamenti eco-sostenibili.

Nei punti di raccolta presenti sul territorio, chiunque può portare vestiario o oggetti che non usa più e che vengono riparati, trasformati e ricollocati su un mercato solidale, attraverso l'emporio.

All'interno di uno dei centri di raccolta, quello di Pontetetto, è poi attivo un laboratorio di falegnameria, restauro, ricreo e riparazione di biciclette diretto da artigiani professionisti. Qui viene recuperato il materiale che altrimenti andrebbe buttato e viene anche insegnato alle persone inserite all'interno del progetto un nuovo mestiere.

Oltre a questo, Daccapo è dunque un esempio di sinergia e collaborazione positiva ed efficace che può nascere in una comunità tra enti locali, imprese e volontariato. Il progetto ha infatti dato avvio ad un lungo percorso di rete con le tante realtà del territorio, sia profit che non profit.

Daccapo è inoltre tra i progetti risultati vincitori dell'area di Lucca del bando "SIete presente. Con i giovani per ripartire" che punta a promuovere e qualificare il ruolo dei giovani nell’associazionismo toscano, dare forza e ruolo ad una generazione nuova perché sia capace di rinnovare la proposta del terzo settore, la sua capacità di radicamento sul territorio nonché di facilitare il ricambio generazionale all’interno delle organizzazioni.

Il bando è realizzato da Cesvot e finanziato da Regione Toscana – Giovanisì in accordo con il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Fondazione CR Firenze, Fondazione Livorno, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Pisa, Fondazione Cassa di Risparmio Pistoia e Pescia, Fondazione Cassa di Risparmio di Prato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra.

Giovanisì è il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani; un sistema di opportunità rivolte ai giovani fino a 40 anni e finanziate attraverso risorse regionali, nazionali ed europee (programmazione dei fondi FSE+, FESR e FEASR), distinte in 4 aree: Studio e mi formo, Lavoro, Faccio impresa, Partecipo. È nato nel 2011 con l’obiettivo principale di favorire il processo di transizione dei giovani verso l’autonomia, attraverso opportunità (bandi e iniziative) legate al diritto allo studio e alla formazione, all’inserimento nel mondo del lavoro, al sostegno all’imprenditoria, alla promozione di iniziative e bandi per la partecipazione e la cittadinanza attiva.

 

© Foto in copertina di Federico Barattini

Sullo stesso tema

 
Luglio 2024
L M M G V S D
1 5
9 10 11 12 13 14
22 23 26 27 28
29 30 31
fondazioneonc logoBN Logo FVP des labsus Euricse new
Torna su