A Parma quaranta realtà sociali danno vita al Centro interculturale

centro interculturale parmaDa un grande progetto d'integrazione nasce il Centro interculturale di Parma, pronto oggi ad accogliere cittadini di ogni provenienza geografica.

Non un luogo per gli stranieri o degli stranieri, ma uno spazio di tutti, voluto e realizzato da 41 realtà, fra associazioni, cooperative, coordinamenti e comunità, metà delle quali è composte da stranieri, pronte a scommettere su un futuro di convivenza positiva fra persone di origini diverse.

La ristrutturazione dei locali del Centro interculturale, nato in collaborazione con il CSV Forum solidarietà e sostenuto dalla Provincia di Parma,

di Alessia Ciccotti

è frutto unicamente del lavoro volontario di chi ha scelto di aderire a questa esperienza; giorno dopo giorno, i volontari hanno carteggiato, stuccato, dipinto. Ora la sfida è che questo spazio sappia accogliere e dare forma alle idee di tutti, a prescindere dal colore della pelle.

Al momento sono due i servizi attivi: lo sportello HINA (Ho Imparato a Non Arrendermi) gestito da volontarie a sostegno di tutte le donne arrivate a Parma da lontano, e la Biblioteca interculturale di Kwa Dunia. Ma le idee sono davvero tante perché il Centro interculturale vuole essere anzitutto un laboratorio dove sperimentare politiche innovative di cittadinanza, nuove pratiche di partecipazione, integrazione e convivenza interreligiosa, attraverso iniziative che coinvolgeranno tutti. Sarà uno spazio che ospiterà le diverse associazioni, uno sportello per informare e orientare, un centro di documentazione. Ma il Centro sarà anche un luogo vivace: promuoverà azioni di mediazione linguistica e culturale, corsi di lingua, laboratori per ragazzi, rassegne, mostre e dibattiti. Da qui nasceranno progetti che daranno risposte utili ai bisogni della comunità e che faranno di questo luogo un punto di riferimento irrinunciabile.

In un contesto sempre più dinamico e multietnico, il Centro Interculturale risponde in modo costruttivo e solidale a un cambiamento sociale che, ormai, è un dato di fatto da cui nessuno può più prescindere. Se l'integrazione non è un percorso facile, la strada da percorrere deve passare obbligatoriamente attraverso la conoscenza, lo scambio di esperienze, la messa in comune di idee e ideali.

Sullo stesso tema

 
Ottobre 2019
L M M G V S D
21
28 30

Social wall CSV

Torna su