05 Ottobre 2018

Volontariato e gestione dei beni comuni, un equilibrio da tutelare

Conferenza 2018 di CSVnet (Matera, 11-14 ottobre). Uno dei 5 gruppi di lavoro è dedicato al delicato rapporto tra non profit e pubblica amministrazione nel recupero del patrimonio collettivo, anche culturale e paesaggistico. Con i contributi di Renato Briganti, Daniela Ciaffi e Francesca Velani 

07 Settembre 2018

La casa cantoniera rinasce grazie al turismo lento e alle associazioni

Inaugurata il 9 settembre a Borgo Grappa (Latina) grazie a un progetto virtuoso che mette insieme la pro loco e una rete variegata di enti non profit, con il supporto di Cesv Lazio, che hanno vinto il bando del Demanio per il recupero dei beni abbandonati 

27 Luglio 2018

Una seconda vita (accogliente) per fari e edifici costieri abbandonati

A disposizione fino a un massimo di 50 anni, 9 immobili destinati all’accoglienza turistica e ad attività di animazione sociale e culturale con il nuovo bando dell’Agenzia del demanio. Tra le novità, la partecipazione di comuni e regioni. Tra i partner anche CSVnet 

05 Dicembre 2017

Turismo lento: bando per recuperare 48 edifici pubblici abbandonati

Via alla seconda iniziativa dell’Agenzia del Demanio per “Cammini e percorsi” (di cui è partner CSVnet) per la rinascita di castelli ville e masserie dislocati sui percorsi ciclo pedonali e storico-religiosi. Saranno assegnati in affitto fino a 50 anni a imprese e associazioni non profit. Scadenza 16 aprile 

27 Luglio 2017

Cammini e percorsi, 43 edifici abbandonati in gara per rilanciare il turismo lento

On line il primo bando del progetto che vede tra i partner anche CSVnet; imprese, cooperative e associazioni costituite da under40 potranno promuovere il turismo lento attraverso il recupero di beni abbandonati dislocati sugli itinerari ciclopedonali o storico-religiosi (13 le regioni coinvolte). La scadenza è fissata all’11 dicembre

28 Giugno 2017

Cammini e percorsi: 25 mila idee per promuovere il turismo lento

Conclusa la consultazione del Demanio per il recupero di 103 immobili dislocati in itinerari ciclopedonali e storico-religiosi. Entro la fine di luglio atteso il primo bando con una corsia preferenziale per cooperative ed associazioni